Monitoraggio matrice coleotteri

Contiene i rapporti relativi al monitoraggio degli effetti della costruzione del MOSE su specie entomologiche di particolare interesse conservazionistico dei sistemi di dune sabbiose e dagli arenili ad esse antistanti, in prossimità delle bocche di porto, anni 2005-2016.

Data and Resources

Additional Info

Field Value
Author Luca Mizzan
Maintainer Caterina Dabala'
Last Updated January 26, 2017, 16:52 (Europe/Rome)
Created January 20, 2017, 11:16 (Europe/Rome)
Purpose Negli ultimi decenni anche gli insetti, precedentemente trascurati sotto questo punto di vista, vengono utilizzati, con sempre maggiore importanza, come indicatori della qualità ambientale. Tra i diversi ordini sistematici che ne fanno parte, i Coleotteri rappresentano il gruppo più diversificato, con 360.000-400.000 specie descritte. Tale biodiversità deriva da un impressionante processo di radiazione adattativa che ha portato i Coleotteri a colonizzare i più svariati habitat, evolvendo in forme di vita altamente specializzate e talora incapaci di svilupparsi in ambienti diversi da quello di elezione. Gli arenili ancora dotati di sistemi di dune sono in forte declino lungo le coste italiane ed europee, a causa dell’intenso sfruttamento turistico delle spiagge e dell’antropizzazione delle aree litorali; infatti, le profonde alterazioni ambientali connesse alle attività turistico-balneari sono incompatibili con la salvaguardia di questo delicato ecosistema, che nella stretta fascia di confine tra terra e mare ospita una successione di microhabitat unici e altamente selettivi. La necessità di interventi a protezione di questi ambienti è stato riconosciuto dalla legislazione comunitaria con la Direttiva Habitat 92/43/CEE; i sistemi dunali della costa veneziana sono inseriti nella rete Natura 2000 con i siti “IT3250003 Penisola del Cavallino: Biotopi litoranei” e “IT3250023 Lido di Venezia: biotopi litoranei”. La realizzazione delle barriere mobili alle bocche di porto ha rappresentato l’occasione per avviare un articolato programma di monitoraggio atto alla valutazione della qualità ambientale del sistema costiero con dune del litorale veneziano mediante l’analisi dell’entomofauna specializzata. Questo programma ha incluso tra i vari aspetti di indagine anche le associazioni di Coleotteri tipici, fino ad oggi diffusamente trascurate. L’approccio adottato rappresenta un esempio di caratterizzazione della qualità ambientale mediante l’analisi dell’entomofauna, che come la vegetazione di questo ambiente si distribuisce secondo esigenze ecologiche molto restrittive e tali da determinarne una zonazione assai precisa ed articolata.